Ecocolordoppler – Arterie renali e addominali

Che cos’è l’ecocolordoppler dell’aorta addominale e arterie renali?

L’ecocolordoppler dell’aorta addominale e arterie renali è una metodica diagnostica non invasiva che permette di studiare approfonditamente i tessuti dei grossi vasi sanguigni che scorrono nell’addome: aorta, arterie renali e arterie iliache. È un esame totalmente sicuro e indolore che permette di studiare le anomalie interne attraverso la rilevazione di immagini colorate e input acustici. 

Quando fare l’Ecocolordoppler dell’aorta addominale e arterie renali?

Questa tipologia di esame è indicata a tutti coloro che hanno necessità di indagare alterazioni dei grossi vasi che scorrono nell’addome. In particolare, la visita è consigliata in determinate condizioni:

Come viene eseguito l’esame?

L’Ecocolordoppler aorta addominale e arterie renali è un esame indolore che dura circa 15-20 minuti. Viene eseguito con la stessa sonda ecocardiografica adoperata per un normale ecocardiogramma transtoracico. Il paziente viene fatto sdraiare in posizione supina su un lettino a torso nudo e successivamente il medico rileva le immagini appoggiando la sonda sulla pelle, sulla quale prima cosparge un gel per facilitarne lo scorrimento. La sonda viene spostata sull’addome, in modo da passare lentamente sui vari quadranti, e da ottenere immagini complete di tutto il tratto addominale e l’intero decorso delle arterie renali fino al punto in cui entrano nel rene.

Quali sono le principali patologie che emergono grazie a questo esame?

L’ecocolordoppler aorta addominale e arterie renali viene eseguita per indagare lo stato di salute delle pareti arteriose, mettendo in evidenza la presenza di eventuali patologie quali:

Quale preparazione effettuare?

Questa tipologia di esame prevede un’adeguata preparazione da seguire:

Sono presenti controindicazioni?

L’ecocolordoppler delle arterie renali e addominali è un esame sicuro perché utilizza ultrasuoni e non radiazioni ionizzanti. Pertanto può essere eseguito su qualunque paziente, per tutte le volte che sia necessario.

Nei pazienti che soffrono di obesità, con molto gas intestinale o con cicatrici mediane dell’addome, si possono avere delle difficoltà nell’esecuzione dell’esame. Per questo motivo il paziente deve seguire una dieta povera di fibre ed assumere, se necessario, farmaci antimeteorici nelle ventiquattro ore che precedono l’esame.

La gravidanza invece, non consente l’esecuzione dell’esame.

Questo esame si può eseguire a domicilio?

Sì, sempre previa preparazione da parte del paziente.

La nostra équipe